Residenza sull’Anagnina

 

Bioedilizia in Classe A+

RESIDENZA SULL’ANAGNINA

Roma 2011

La nuova Costruzione sull’Anagnina è il risultato di un felice incontro tra un proprietario lungimirante ed un architetto intraprendente. L’incontro nasce con l’obiettivo di realizzare una casa monofamiliare stile Casa Contadina in Bioedilizia, materiali di provenienza locale e prevalentemente di origine naturale o in alternativa di recupero / riciclo. I proprietari, con una spiccata sensibilità ambientale e amore per la propria tradizione mediterranea hanno sposato subito il Progetto Casa Miras, consci del carattere sperimentale della Ricerca e del notevole contributo alla Ricerca che ha dato la Costruzione della loro casa. La struttura è in muratura portante continua con cemento armato solo ove le scelte di distribuzione interna lo hanno reso necessario e copertura in legno. I materiali utilizzati nella casa sull’Anagnina sono esclusivamente cemento, legno e ferro, con intonaci a calce e pitture traspiranti naturali. Tutti i trattamenti di rifinitura e di protezione superficiale sia interna che esterna sono con oli ed impregnanti naturali sia per il legno che per il cemento volutamente lasciato a vista lì ove presente. Il ferro anch’esso lasciato arrugginire in cantiere è stato poi trattato con finiture naturali. Gli infissi esterni ed interni sono in legno. L’involucro massivo con tinteggiature esterne bianche contribuirà notevolmente tramite il colore e l’inerzia della parete a mantenere, come è nella tradizione costruttiva tradizionale mediterranea, una temperatura di 26° C costante, soprattutto avendo limitato le aperture a nord e protetto tramite frangisole fissi e mobili le aperture a sud. La copertura in legno con sistema costruttivo a “tetto ventilato“ ha portato un notevole incremento all’isolamento dell’involucro che contribuisce così al contenimento energetico complessivo lasciando lavorare gli impianti al minimo indispensabile. La casa è fornita di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica per un impianto da 6 kWp e pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria. Il sistema di climatizzazione è composto da una pompa di calore aria-acqua che riscalda l’acqua che va nelle serpentine radianti a pavimento ad una temperatura media tra i 30 – 40° C. Per garantire i ricambi d’aria estivi senza dover aprire le finestre necessariamente, la casa ha un piccolo motore di ventilazione meccanica controllata che garantisce i ricambi dovuti con l’assorbimento di una lampadina da 30 watt. Tutta l’illuminazione della casa interna e del giardino esterno è tramite luci e corpi lampada led. La casa sull’Anagnina è stata certificata in casse A+ e con un elevato punteggio Protocollo Itaca, protocollo regionale di qualificazione ambientale delle Costruzioni. Il Progetto di Sviluppo e di Ricerca Casa Miras: Bioedilizia in classe A+ ha avuto una sua prima realizzazione ed il suo monitoraggio ci permetterà di offrire alla Ricerca importanti risposte.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail